Ugolino, il Cavaliere del Broletto
mandato in esilio dai Guelfi. Ma dove si trova questo affresco del 1200? Click sull'immagine per saperne di più
Le cave di Botticino
Estrazione del Marmo di Botticino dalle cave. Se vuoi conoscere di più clicca sull'immagine
Piazza della Loggia
in una stampa del '700
Crystal Palace
Click sulla foto per leggere qualche curiosità...
Il Capitolium Romano
Il tempio con annessa la Piazza del Foro, il Teatro e la Basilica....
Mosaico di una Villa Romana
MilleMiglia
la corsa nata a Brescia ora in versione storica. Tutti gli anni nel mese di Maggio
MILLEMIGLIA
Brixia
Il vero viaggio di scoperta non consiste nello scoprire nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi (Marcel Proust)
Motori della MilleMIglia
Un pezzo dell'Acquedotto Romano
che per 25 chilometri portava acqua a Brixia. Ancora visibile in alcuni tratti.
Bresciaunderground
La città esterna vista dal cuore di Brescia. Da un'aperura del sottosuolo in Via S.Faustino
Il Maglio tuonante nelle valli...
Il Castello-Fortezza sulla cima del Cidneo
Il Castello, fortezza e macchina da guerra
Vista dal Monte Maddalena
Brescia: città di antichi Monasteri
e dei bellissimi chiostri ancora sconosciuti
Torre del Popolo (Pegol) e Duomo Nuovo
Brescia nei francobolli
Vista, dall'alto del Castello, della città
Brescia Museo Mille MIglia
Piazza della Loggia
Particolare della Croce di Desiderio
Polittico di Maestro Paroto
Palazzo Ferrante - Interno
Orologio di Piazza Loggia
Chiesa di S.Francesco

Vicoli di C.so Garibaldi: 2^ parte

Un altro vicolo che troviamo percorrendo Corso Garibaldi è il Vicolo dell’Inganno: chissà a quale inganno si farà riferimento… All’interno possiamo ammirare un portale quattrocentesco e  sembra che qui si trovassero le case dei Porcellaga. Il vicolo visto da Cso Garibaldi da l’illusione ottica di essere cieco, ma seguendo un andamento irregolare con due gomiti a 90 gradi, ha un’uscita. E’ detto dell’Inganno proprio per questa sua caratteristica.

Via Francesco Lana fa riferimento al personaggio bresciano famoso per le sue intuizioni in materia aerostatica (clickqui).  In Via Francesco Lana si trova anche il delizioso e piccolo Cinema “Paradiso” che ci riporta ad altri tempi… Nella stessa via all’altezza del civico 22, affreschi sulle pareti e più avanti (al numero 26) uno strano compasso e una piccola “G” su un portone… E lì dove c’è il volto che si apre in C.so Garibaldi l’esistenza di una torre scomparsa e di una Baltresca. Ed ancora la Chiesa e l’oratorio di S.Elisabetta (entrata da vicolo Due Torri) ed una casa con un numero austriaco ancora evidente (2664).

Vicolo delle Vidazze? Vidazze sarebbe il nome di alcune piante molto fiorite che adornavano le case della via, da qui il nome. In Vicolo della Fucine evidentemente esistevano attività artigianali numerose un tempo nella zona, grazie anche ai corsi d’acqua.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Libri su BS, usati d’occasione!
  • Curiosando Brescia City

    TITOLO : Curiosando Brescia City AUTORE: Anto Brescia PAGINE : 266 ill. ED. : bresciacity ANNO : 2017 PREZZO : 15,00 EURO + SPESE DI SPEDIZIONE (4euro Italia) o ritiro in loco PAGAMENTO : PostaPay – CONTRASSEGNO STATO DEL LIBRO : NUOVO Descrizione: Il Libro racconta ben 467 curiosità nascoste nella città di Brescia. Curiosità […]

Leggi altri articoli di libri in vendita
Libri su BS
  • Munita e Turrita

    Autore: Robecchi Franco Editore: Compagnia della Stampa 2008 120 pagg. Munita e turrita Questioni di mura e di torri nell’antica Brescia Brescia è un’antica città che possiede un immenso patrimonio di manufatti, prodotti nel corso di oltre venti secoli, ancora visibili. Le costruzioni che caratterizzavano le città antiche erano costituite da elementi che dominavano la […]

Leggi altri articoli di Libri
FOCUS
  • È il sole che ruota intorno alla terra…

    …e non il contrario, o bestie!”. Così affermava un famoso bresciano, di Rudiano, negli anni trenta. Giovanni Paneroni, così si chiamava, girava nella Regione Lombarda vendendo dolciumi, frutta e diffondendo le sue idee un po’ strampalate.  Ed ecco un articolo da Corsera nientemeno che del grande Indro Montanelli: “Nei registri sindacali, che ho accuratamente frugato […]

Leggi altri articoli di Personaggi
Argomenti
Accedi