Una strana pietra da macina nel muro

In Corso Garibaldi provenendo da Ovest (Via Milano), prima della famosa Libreria RESOLA, c’un un vicolo chiuso, che ha ora il toponimo di Corso Garibaldi ma che si chiamava “Vicolo Scua Loc”.

Entrando dopo una ventina di metri sulla parete di una  casa a destra vedrai incastonata una pietra rotonda, una pietra da macina. Che ci farà lì?

E” molto probabile che la pietra facesse parte di uno dei tanti Opifici presenti nella zona parecchio tempo fa e che il costruttore dell’edificio abbia voluto conservarne in questo modo il ricordo, ma…l’indagine continua.

E in effetti sembra anche che le pietre che servivano per l’operazione di molatura, poichè col tempo si consumavano, non venivano buttate ma inserite come elementi di costruzione.

Se sai qualcosa di più puoi commentare l’articolo (bisogna registrarsi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Libri su BS, usati d’occasione!
  • Curiosando Brescia City

    TITOLO : Curiosando Brescia City AUTORE: Anto Brescia PAGINE : 266 ill. ED. : bresciacity ANNO : 2017 PREZZO : 15,00 EURO + SPESE DI SPEDIZIONE (4euro Italia) o ritiro in loco PAGAMENTO : PostaPay – CONTRASSEGNO STATO DEL LIBRO : NUOVO Descrizione: Il Libro racconta ben 467 curiosità nascoste nella città di Brescia. Curiosità […]

Leggi altri articoli di libri in vendita
Libri su BS
  • Munita e Turrita

    Autore: Robecchi Franco Editore: Compagnia della Stampa 2008 120 pagg. Munita e turrita Questioni di mura e di torri nell’antica Brescia Brescia è un’antica città che possiede un immenso patrimonio di manufatti, prodotti nel corso di oltre venti secoli, ancora visibili. Le costruzioni che caratterizzavano le città antiche erano costituite da elementi che dominavano la […]

Leggi altri articoli di Libri
FOCUS
  • Primo stampatore d’America? Un bresciano

    Appena dopo l’invenzione del processo di stampa da parte di Gutemberg in poco tempo a Brescia fiorirono grandi maestri tipografi e dalle loro botteghe uscirono le prime stampe di grandi opere. Cito Bettoni, Farfengo, Bonino Bonini… Ma c’è n’è uno con una grande particolarità: Giovanni Paoli (1505-1560). Questo stampatore bresciano fu il primo a portare […]

Leggi altri articoli di Personaggi
Argomenti
Accedi