Loggia

La Fontana della Rana

In Piazza della Loggia, di fronte al Palazzo della Loggia, lì dove iniziano i famosi Portici di Via X Giornate che conducono in Corso Zanardelli, sono poste un paio di fontane che sono, da sempre, chiamate fontane della Rana.

Il motivo è molto semplice e una piccola ed attenta ispezione ce lo fa facilmente comprendere.
Se si osservano i boccagli, lì dove scorre perennemente acqua fresca, ci si accorge che sono modellati a forma di … rana.

Brescia … com’era

bscomera01In questa stampa vediamo Piazza Loggia denominata Piazza Maggiore e nella quale vi è la colonna con in cima il Leone di San Marco, simbolo della Signoria della Serenissima Repubblica di Venezia… Erano i tempi dei Camerlenghi.

Davanti a quella colonna si eseguivano le pene capitali…

Oggi non esiste più quella colonna ed al suo posto vi si trova la statua della “Bella Italia”.

Piazza Loggia

orologio_loggiaIn Piazza della Loggia esistono vari monumenti importanti per la storia e la vita della città:

  • Il Palazzo della Loggia
  • Il Lapidario
  • Le Epigrafi di Marco Nonio Macrino
  • La misteriosa epigrafe di Cesare
  • I Portici
  • La Torre dell’Orologio Astronomico
  • Il Salone Vanvitelliano
  • L’ufficio del sindaco con gli arredi di Giuseppe Zanardelli
  • La bomba austriaca nel salone Vanvitelliano
  • La Lodoiga de la Losa
  • Il Palazzo Vender
  • Il Monumento ai martiri delle X Giornate
  • La gamba della Bella Italia
  • L’episodio del ferimento del Gen. Nugent
  • Il “Cubo” di Fasoli
  • Le fontane della rana
  • Le formelle di memoria e civiltà
  • La Santella dell’Annunciazione
  • La Porta del Salerolo
  • Il Monte di Pietà vecchio e nuovo
  • Il cannocchiale prospettico
  • Le epigrafi celebrative sotto la volta della Loggia

Piazza della Loggia è una dei più caratteristici luoghi della città anche perchè la sua struttura fa pensare a Piazza San Marco di Venezia. Per tre lati gli edifici adornano questa piazza e sono del XVI secolo. Tra questi spicca l’ex edificio dell’Archivio Notarile con una loggia in stile Rinascimento. A sinistra le antiche prigioni trasformate nella sede del Monte della Pietà (1484), di fronte alla Loggia l’Orologio di stile veneziano detto ” Macc de le ure” (i matti delle ore). Opera del matematico e gesuita Padre Lodovico Barcella di Chiari. Il quadrante riporta le ore come erano segnate in antichità, e cioè con due serie di numeri da 1 a 12. Ha indicazioni astronomiche sui cicli lunari, sulle fasi solari, i segni dello Zodiaco. In cima due uomini di ferro (I Macc) sono mossi da un meccanismo e battono le ore sulla campana.

MONTE DI PIETA’

IL LAPIDARIO
Il Consiglio della città con un provvedimento, nel 1480,  impose l’obbligo di conservare le pietre lavorate e iscritte venute alla luce durante la costruzione del fondaco del sale. Numerose (22 iscrizioni e 3 bassorilievi) furono le iscrizioni rinvenute che vennero murate fra il 1488 e il 1489 nelle facciate delle carceri e del Monte di Pietà in Piazza Loggia dove ancora oggi possiamo vederle.

PORTICI

OROLOGIO
disegnato da G.Lamberti

SALONE VANVITELLIANO

Visualizza Bresciacity – Piazza Loggia in una mappa di dimensioni maggiori

Libri su BS, usati d’occasione!
  • Curiosando Brescia City

    TITOLO : Curiosando Brescia City AUTORE: Anto Brescia PAGINE : 266 ill. ED. : bresciacity ANNO : 2017 PREZZO : 15,00 EURO + SPESE DI SPEDIZIONE (4euro Italia) o ritiro in loco PAGAMENTO : PostaPay – CONTRASSEGNO STATO DEL LIBRO : NUOVO Descrizione: Il Libro racconta ben 467 curiosità nascoste nella città di Brescia. Curiosità […]

Leggi altri articoli di libri in vendita
Libri su BS
  • Santelle di Brescia- Libro

    Autore: Costanzo Gatta Editore: Compagnia della Stampa Pagine: 192 Diventa libro un viaggio di Costanzo Gatta lungo le strade di Brescia. Con spirito da cronista puntiglioso, quale è stato ai tempi del quotidiano milanese “La Notte” di Nino Nutrizio, l’autore si è mosso alla ricerca delle sacre edicole, antiche e recenti. Non è uscito dai […]

Leggi altri articoli di Libri
FOCUS
  • Un feroce omicidio nella Brescia del 1500

    Nel 1542 vicino al Palazzo delle Mercanzie (attuale corso Goffredo Mameli) ebbe luogo un orribile omicidio. La vittima? Un Conte della famiglia Martinengo. Giorgio Martinengo, primogenito del Conte Cesare Cesaresco si arruolò ancor giovanissimo nell’esercito di Re Francesco II di Francia. Si dice che fosse un giovane aitante e bello. Studiosissimo, conosceva la lingua greca, […]

Leggi altri articoli di Personaggi
Argomenti
Accedi