Ugolino, il Cavaliere del Broletto
mandato in esilio dai Guelfi. Ma dove si trova questo affresco del 1200? Click sull'immagine per saperne di più
Le cave di Botticino
Estrazione del Marmo di Botticino dalle cave. Se vuoi conoscere di più clicca sull'immagine
Piazza della Loggia
in una stampa del '700
Crystal Palace
Click sulla foto per leggere qualche curiosità...
Il Capitolium Romano
Il tempio con annessa la Piazza del Foro, il Teatro e la Basilica....
Mosaico di una Villa Romana
MilleMiglia
la corsa nata a Brescia ora in versione storica. Tutti gli anni nel mese di Maggio
MILLEMIGLIA
Brixia
Il vero viaggio di scoperta non consiste nello scoprire nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi (Marcel Proust)
Motori della MilleMIglia
Un pezzo dell'Acquedotto Romano
che per 25 chilometri portava acqua a Brixia. Ancora visibile in alcuni tratti.
Bresciaunderground
La città esterna vista dal cuore di Brescia. Da un'aperura del sottosuolo in Via S.Faustino
Il Maglio tuonante nelle valli...
Il Castello-Fortezza sulla cima del Cidneo
Il Castello, fortezza e macchina da guerra
Vista dal Monte Maddalena
Brescia: città di antichi Monasteri
e dei bellissimi chiostri ancora sconosciuti
Torre del Popolo (Pegol) e Duomo Nuovo
Brescia nei francobolli
Vista, dall'alto del Castello, della città
Brescia Museo Mille MIglia
Piazza della Loggia
Particolare della Croce di Desiderio
Polittico di Maestro Paroto
Palazzo Ferrante - Interno
Orologio di Piazza Loggia
Chiesa di S.Francesco

Le Pillole Angeliche

Agli inizi del secolo XX si vendevano a Brescia le “Pillole angeliche”. Ma a che servivano? Erano indicate per tanti malanni, le donne gravide, il colera, la flemma, la cura delle emorroidi e la dose variava da tre a quattro pillole per chi era di temperamento “biliare” ed arrivava a cinque per chi di carattere “sanguigno”. Per la cura bisognava prenderne una o due ogni due giorni.

Le pillole si conservavano per lungo tempo purchè mantenute in luogo asciutto. Erano contenute in scatole di legno sigillate con un foglietto che specificava qualità ed uso. Si assicurava che fossero preparate secondo la ricetta dei “francescani di Mantova” che avevano collaborato con Fra Lorenzo da Montichiari, speziale infermiere e fra Francesco da Castenedolo. La formula era segretissima fin dalle origini e tramandata oralmente

Ma i Padri del convento francescano di Mantova dichiararono che le pillole bresciane : “di niun vantaggio, essendo state trovate tali, da chi ha tutta la cognizione e la pratica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Libri su BS, usati d’occasione!
  • Curiosando Brescia City

    TITOLO : Curiosando Brescia City AUTORE: Anto Brescia PAGINE : 266 ill. ED. : bresciacity ANNO : 2017 PREZZO : 20,00 EURO + SPESE DI SPEDIZIONE (4euro Italia) o ritiro in loco PAGAMENTO : PostaPay – CONTRASSEGNO STATO DEL LIBRO : NUOVO Descrizione: Il Libro racconta ben 467 curiosità nascoste nella città di Brescia. Curiosità […]

Leggi altri articoli di libri in vendita
Libri su BS
  • Brescia, Piazza del Mercato – Libro

    Autore : Franco Robecchi Editore: la Compagnia della Stampa Pagine: 232 Piazza del Mercato è uno dei pochi luoghi del centro storico in grado di esibire rare caratteristiche. Una di esse è la suggestiva dimensione raccolta, quasi intima, nonostante l’assoluta centralità del luogo, che è inoltre colmo di architetture plurisecolari, ma anche, in uno scorcio […]

Leggi altri articoli di Libri
FOCUS
  • Ludovico Pavoni e il Risorgimento

    Lodovico Pavoni (Brescia 1784 – Saiano 1849), fu sacerdote, educatore della gioventù e un imprenditore. Riceve l’ordinazione sacerdotale nel 1807 in San Pietro in Oliveto Nel 1821 Pavoni impianta una tipografia o, come lui stesso la chiamerà, una «Scuola tipografica» con annesso laboratorio. È la prima scuola grafica aperta in Italia. Si tratta di un luogo in cui […]

Leggi altri articoli di Personaggi
Argomenti
Accedi