Ugolino, il Cavaliere del Broletto
mandato in esilio dai Guelfi. Ma dove si trova questo affresco del 1200? Click sull'immagine per saperne di più
Le cave di Botticino
Estrazione del Marmo di Botticino dalle cave. Se vuoi conoscere di più clicca sull'immagine
Piazza della Loggia
in una stampa del '700
Crystal Palace
Click sulla foto per leggere qualche curiosità...
Il Capitolium Romano
Il tempio con annessa la Piazza del Foro, il Teatro e la Basilica....
Mosaico di una Villa Romana
MilleMiglia
la corsa nata a Brescia ora in versione storica. Tutti gli anni nel mese di Maggio
MILLEMIGLIA
Brixia
Il vero viaggio di scoperta non consiste nello scoprire nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi (Marcel Proust)
Motori della MilleMIglia
Un pezzo dell'Acquedotto Romano
che per 25 chilometri portava acqua a Brixia. Ancora visibile in alcuni tratti.
Bresciaunderground
La città esterna vista dal cuore di Brescia. Da un'aperura del sottosuolo in Via S.Faustino
Il Maglio tuonante nelle valli...
Il Castello-Fortezza sulla cima del Cidneo
Il Castello, fortezza e macchina da guerra
Vista dal Monte Maddalena
Brescia: città di antichi Monasteri
e dei bellissimi chiostri ancora sconosciuti
Torre del Popolo (Pegol) e Duomo Nuovo
Brescia nei francobolli
Vista, dall'alto del Castello, della città
Brescia Museo Mille MIglia
Piazza della Loggia
Particolare della Croce di Desiderio
Polittico di Maestro Paroto
Palazzo Ferrante - Interno
Orologio di Piazza Loggia
Chiesa di S.Francesco

La Torre di Via Paganora

Il cardine che sorreggeva la porta Paganora

Il cardine che sorreggeva la porta Paganora

Un tempo il numero delle torri a Brescia era cospicuo, poi Ezzelino da Romano (conquista di Brescia 1258) mozzò quasi tutte le torri riducendole di parecchio (come segno di sfregio). In città vi sono tre torri (integre) ancora ben visibili, la Torre del Broletto, la Torre della Pallata e la Torre d’Ercole (Via Cattaneo).

All’ingresso di Via Paganora dalla parte di via X Giornate esiste, visibile, un’altra torre; ma si vede solo se proprio si vuol vedere altrimenti risulta nascosta.

Giunti davanti alla porta Paganora (vedi foto del cardine della porta), scendete in Via X Giornate e recatevi nella via di fronte (Via F.lli Dandolo), percorrete qualche metro e guardate verso Porta Paganora (il nome “Paganora” deriva dal latino pagus=territorio rurale)

Ecco apparire la Torre  (vedi foto) con la cima mozzata.

Il materiale recuperato dalla “mozzatura” è poi servito per costruire quell’edificio medievale che è all’angolo tra via X Giornate e P.zza Loggia.

La via Paganora congiunge via X Giornate con Piazza Paolo VI. Tante sono le curiosità che sono in tale via. 1. Una scacchiera romana incastonata nel muro 2. Tracce dell’antica chiesa di S.Margherita 3. Le mura del Teatro Grande 4. Una bella piazzetta e una graziosa fontana 5. La strada acciottolata (una curiosità che spiegherò) 6. Un’interessante scorcio sul Duomo


Libri su BS, usati d’occasione!
  • L’opera scientifica di Francesco Lana Terzi

    TITOLO : Immagini del ‘600 bresciano: L’opera scientifica di Francesco Lana Terzi S.I. AUTORE : a cura di Clelia Pighetti EDITORE : Comune di Brescia 1989 PAGINE: 105 CONDIZIONI: USATO OTTIMO PREZZO : 4,00 EURO + 3 EURO SPEDIZIONE ECONOMICA (Italia) PAGAMENTO : CONTRASSEGNO DESCRIZIONE: Atti della giornata di studio su Francesco Lana Terzi   ACQUISTA O CHIEDI INFO

Leggi altri articoli di libri in vendita
Libri su BS
  • Libro: Brixia, scoperte e riscoperte

    Autore: Morandini Francesca, Stella Clara, De Vecchi Pierluigi Editore:  Skira 2003 Al Museo di Santa Giulia a Brescia, dal primo marzo 2003, si valicerà una porta e si entrerà in due case romane splendidamente affrescate e arricchite da meravigliosi mosaici. Dopo quasi duemila anni, le “Domus dell’Ortaglia” torneranno a vivere ospitando non più i ricchi […]

Leggi altri articoli di Libri
FOCUS
  • È il sole che ruota intorno alla terra…

    …e non il contrario, o bestie!”. Così affermava un famoso bresciano, di Rudiano, negli anni trenta. Giovanni Paneroni, così si chiamava, girava nella Regione Lombarda vendendo dolciumi, frutta e diffondendo le sue idee un po’ strampalate.  Ed ecco un articolo da Corsera nientemeno che del grande Indro Montanelli: “Nei registri sindacali, che ho accuratamente frugato […]

Leggi altri articoli di Personaggi
Argomenti
Accedi