Ugolino, il Cavaliere del Broletto
mandato in esilio dai Guelfi. Ma dove si trova questo affresco del 1200? Click sull'immagine per saperne di più
Le cave di Botticino
Estrazione del Marmo di Botticino dalle cave. Se vuoi conoscere di più clicca sull'immagine
Piazza della Loggia
in una stampa del '700
Crystal Palace
Click sulla foto per leggere qualche curiosità...
Il Capitolium Romano
Il tempio con annessa la Piazza del Foro, il Teatro e la Basilica....
Mosaico di una Villa Romana
MilleMiglia
la corsa nata a Brescia ora in versione storica. Tutti gli anni nel mese di Maggio
MILLEMIGLIA
Brixia
Il vero viaggio di scoperta non consiste nello scoprire nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi (Marcel Proust)
Motori della MilleMIglia
Un pezzo dell'Acquedotto Romano
che per 25 chilometri portava acqua a Brixia. Ancora visibile in alcuni tratti.
Bresciaunderground
La città esterna vista dal cuore di Brescia. Da un'aperura del sottosuolo in Via S.Faustino
Il Maglio tuonante nelle valli...
Il Castello-Fortezza sulla cima del Cidneo
Il Castello, fortezza e macchina da guerra
Vista dal Monte Maddalena
Brescia: città di antichi Monasteri
e dei bellissimi chiostri ancora sconosciuti
Torre del Popolo (Pegol) e Duomo Nuovo
Brescia nei francobolli
Vista, dall'alto del Castello, della città
Brescia Museo Mille MIglia
Piazza della Loggia
Particolare della Croce di Desiderio
Polittico di Maestro Paroto
Palazzo Ferrante - Interno
Orologio di Piazza Loggia
Chiesa di S.Francesco

La strana morte di Atlaglich: Pasha di Bosnia

Il 22 ottobre del 1689 fu condotto in Castello, allora sotto la dominazione della Serenissima,  il Pasha di Bosnia  Mehemet Atlaglich
con un seguito di una ventina di persone, come prigioniero della guerra di Dalmazia. Gli fu accordato un vitalizio e l’accompagnamento
delle persone al seguito grazie alla sua resa nella fortezza di Knin avvenuta nel 1688.
Alla sua morte avvenuta il 9 marzo 1697 sempre nel Castello di Brescia, viene inumato in un torrione dello stesso.
La morte del Pasha preoccupò i suoi compagni che in cinque, compreso il figlio, scapparono con la complicità delle
guardie. Furono subito ripresi il giorno dopo in Valsabbia e ricondotti nella fortezza bresciana. Nel 1699, grazie ad un trattato di pace, i prigionieri tornarono
in Bosnia. Questa possibilità deve aver preoccupato l’inquisizione veneziana che, sembra. lo si legge nel  dal testo di una lettere segreta, indirizzata
ai “rettori di Bressa” nordina di avvelenare con della “scamonea” un purgante che in quantità dovuta, diventa un
forte veleno, Alì il Pasha.
Ma Atlaglich si trova ancora sepolto nel Castello di Brescia? E dove si troverebbe? … La ricerca continua…

Castello di BS: Torre dei PrigionieriIl 22 ottobre del 1689 fu condotto in Castello, allora sotto la dominazione della Serenissima, il Pasha di Bosnia Mehemet Atlaglich con un seguito di una ventina di persone, come prigioniero della guerra di Dalmazia. Gli fu accordato un vitalizio e l’accompagnamento delle persone al seguito grazie alla sua resa nella fortezza di Knin avvenuta nel 1688. 

L’inquisizione veneziana , sembra. lo si legge nel  dal testo di una lettere segreta, indirizzata ai “rettori di Bressa”,  ordina di avvelenare con della “scamonea” un purgante che in quantità oltre il limite, diventa un  forte veleno,  Alì il Pasha muore il 9 marzo 1697, sempre nel Castello di Brescia, e viene inumato in un torrione dello stesso.

La morte del Pasha preoccupò i suoi compagni che in cinque, compreso il figlio, scapparono con la complicità delle guardie. Furono subito ripresi il giorno dopo in Valsabbia e ricondotti nella fortezza bresciana.  Nel 1699 però, grazie ad un trattato di pace, i prigionieri tornarono  in Bosnia. 

Ma Atlaglich si trova ancora sepolto nel Castello di Brescia? E dove si troverebbe? … La ricerca continua…
Documentazionedocumentazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Libri su BS, usati d’occasione!
  • Brescia: Geografia, economia, arte, storia, cittadini illustri

    TITOLO : BRESCIA Geografia, economia, arte, storia, cittadini illustri AUTORE: STRAFFORELLO GUSTAVO PAGINE : 1800 ill. ED. : STAVOLTA ANNO : 1982 PREZZO : 12,00 EURO + SPESE DI SPEDIZIONE (4euro Italia) o ritiro in loco PAGAMENTO : CONTRASSEGNO STATO DEL LIBRO : USATO in ottime condizioni Descrizione: Il Libro, ristampa dell’opera di G.Stafforello, racconta degli aspetti […]

Leggi altri articoli di libri in vendita
Libri su BS
  • Santelle di Brescia- Libro

    Autore: Costanzo Gatta Editore: Compagnia della Stampa Pagine: 192 Diventa libro un viaggio di Costanzo Gatta lungo le strade di Brescia. Con spirito da cronista puntiglioso, quale è stato ai tempi del quotidiano milanese “La Notte” di Nino Nutrizio, l’autore si è mosso alla ricerca delle sacre edicole, antiche e recenti. Non è uscito dai […]

Leggi altri articoli di Libri
FOCUS
  • Primo stampatore d’America? Un bresciano

    Appena dopo l’invenzione del processo di stampa da parte di Gutemberg in poco tempo a Brescia fiorirono grandi maestri tipografi e dalle loro botteghe uscirono le prime stampe di grandi opere. Cito Bettoni, Farfengo, Bonino Bonini… Ma c’è n’è uno con una grande particolarità: Giovanni Paoli (1505-1560). Questo stampatore bresciano fu il primo a portare […]

Leggi altri articoli di Personaggi
Argomenti
Accedi