La Madonna degli occhiali

Una curiosità tutta bresciana. Là dove Via Gabriele Rosa incontra Via Antiche Mura, se alziamo lo sguardo, notiamo una “santella”, una delle tante in giro per la città che ricordano anche a noi, distratti cittadini, la devozione che era parte integrante della vita dei nostri bis-nonni.

Questa immagine votiva ha una particolarità, infatti, ancor oggi, si chiama della “Madonna degli occhiali”. Sarà perchè l’avrà messa lì un’ottico? Oppure un ipovedente ha ricevuto una grazia particolare? Niente di tutto ciò.  In tempi antichi dell’immagine si vedevano solo il volto di Maria e di suo Figlio, perchè la cornice era intagliata a forma di due cerchi e faceva intravedere solo i volti dei due personaggi.

Se guardiamo bene ancora adesso si nota che il vetro protettivo è tagliato proprio lì dove sono i volti.

Spiegata l’orgine del nome.

 

Pubblicità del 1916 di un albergo vicino alla "Madonna degli occhiali"

Pubblicità del 1916 di un albergo vicino alla “Madonna degli occhiali”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Libri su BS, usati d’occasione!
  • Curiosando Brescia City

    TITOLO : Curiosando Brescia City AUTORE: Anto Brescia PAGINE : 266 ill. ED. : bresciacity ANNO : 2017 PREZZO : 15,00 EURO + SPESE DI SPEDIZIONE (4euro Italia) o ritiro in loco PAGAMENTO : PostaPay – CONTRASSEGNO STATO DEL LIBRO : NUOVO Descrizione: Il Libro racconta ben 467 curiosità nascoste nella città di Brescia. Curiosità […]

Leggi altri articoli di libri in vendita
Libri su BS
  • Storie Bresciane misteriose e strane – Libro

    Bel libretto, strenna de “La Voce del Popolo” per gli abbonati alla rivista del 1974. Curato da don Fappani, presenta alcune monografie interessanti, tra le quali: – El Mostassu de le Cossere – Angoli di Brescia – Il Foppone – Il lazzaretto – La Curt dei Pulì – Il Porto di Brescia – La Lodoiga […]

Leggi altri articoli di Libri
FOCUS
  • Un inventore scienziato dimenticato

    Nato ad Adro il 14 marzo 1748 e morto a Brescia il 13 marzo 1835, l’abate Marzoli Bernardino si occupò di ottica e inventò un metodo per cementare le lenti cromatiche che fu apprezzato anche da scienziati stranieri. Fu anche cartografo e il 4 gennaio 1800 fu incaricato alle Scuole delle Grazie e direttore nel […]

Leggi altri articoli di Personaggi
Argomenti
Accedi