Il Mulino di Via Chioderolo

ruota_spolo1Ormai resta qualche traccia di quello che fu un Mulino adagiato sul Garza, lì dove il fiume incrocia e si fonde col Naviglio. Siamo nel cuore antico di S.Polo, il quartiere di Brescia, in Via Chioderolo.

Quelle ruote di ferro, lo scorrere dell’acqua fonte di energia, come si direbbe oggi, sostenibile e a zero inquinamento, il verde della natura, il gracidare di qualche raganella, la pietra macinatrice, ci parlano di altri tempi, tempi nei qualil’uomo, seppur nella ristrettezza, sapeva convivere con la natura.

E infatti il frutto era la bianca farina di grano o di cereali che alimentava la tavola delle famiglie. Visitare questo luogo fa ritornare indietro nel tempo e lo scrosciare della cascatella stride un po’ con quelle due ruote colme di pale ferme ormai per sempre.

Una risposta a Il Mulino di Via Chioderolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Libri su BS, usati d’occasione!
  • Curiosando Brescia City

    TITOLO : Curiosando Brescia City AUTORE: Anto Brescia PAGINE : 266 ill. ED. : bresciacity ANNO : 2017 PREZZO : 15,00 EURO + SPESE DI SPEDIZIONE (4euro Italia) o ritiro in loco PAGAMENTO : PostaPay – CONTRASSEGNO STATO DEL LIBRO : NUOVO Descrizione: Il Libro racconta ben 467 curiosità nascoste nella città di Brescia. Curiosità […]

Leggi altri articoli di libri in vendita
Libri su BS
  • Libro: Brixia, scoperte e riscoperte

    Autore: Morandini Francesca, Stella Clara, De Vecchi Pierluigi Editore:  Skira 2003 Al Museo di Santa Giulia a Brescia, dal primo marzo 2003, si valicerà una porta e si entrerà in due case romane splendidamente affrescate e arricchite da meravigliosi mosaici. Dopo quasi duemila anni, le “Domus dell’Ortaglia” torneranno a vivere ospitando non più i ricchi […]

Leggi altri articoli di Libri
FOCUS
  • Un inventore scienziato dimenticato

    Nato ad Adro il 14 marzo 1748 e morto a Brescia il 13 marzo 1835, l’abate Marzoli Bernardino si occupò di ottica e inventò un metodo per cementare le lenti cromatiche che fu apprezzato anche da scienziati stranieri. Fu anche cartografo e il 4 gennaio 1800 fu incaricato alle Scuole delle Grazie e direttore nel […]

Leggi altri articoli di Personaggi
Argomenti
Accedi