Misterioso porto fluviale di Brescia

Anche Brescia in tempi antichissimi possedeva un porto. Lo confermano non solo le fonti documentarie medievali ma anche ritrovamenti archeologici relativamente recenti. Nel 1959 infatti (vedi articolo del Giornale di Brescia del tempo nella sezione download), durante una campagna di scavi in via Mantova per costruire i condomini “primavera” e “S.Marco”, il prof. Gaetano Panazza individuò una banchina costruita con colossali massi di pietra di Botticino che poggiavano su un solido muro di pietra. Il tutto per circa 24 metri.

Si trattava senza ombra di dubbio di una banchina del porto fluviale cittadino costruito tra gli attuali canton Mombello ad ovest, verso via Mantova e Viale Venezia ad est, nel punto in cui il Naviglio si univa al Garza per intraprendere la corsa verso il Mella, navigabile dal I al V secolo. E poi nell’Oglio, nel Po e, infine, nell’Adriatico.

Una via fluviale che da Brescia conduceva fino al mare e viceversa e che collegava anche Gavardo attraverso il fiume Chiese.

Della navigabilità dell’Oglio ci testimoniano Tacito e Cassiodoro. Quanto all’epoca in cui l’opera fu costruita si pensa alla seconda metà del II sec. d.C. e il porto di Brescia era il terzo porto fluviale in ordine di importanza, dopo quelli di Padova ed Aquileia. Un documento del 715 di Liutprando accenna all’approdo di battelli provenienti da Comacchio carichi di sale. Il canale serviva soprattutto al trasporto di legname e merci e l’acqua alimentava una miriade di opifici come segherie, mulini… Il porto scomparve verso la metà del XIII secolo mentre il Naviglio continuò la sua funzione di trasporto di materiale sino a Canneto sull’Oglio.

Le parti che costituivano la banchina erano nell’insieme un grandioso monumento funebre che possiamo ritrovare, a pezzi, all’interno del Museo di S.Giulia e precisamente nel “Viridiarum”. Sono lì poste all’esterno senza alcun segno che le identifichi e che le faccia riconoscere ai visitatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Libri su BS, usati d’occasione!
  • Curiosando Brescia City

    TITOLO : Curiosando Brescia City AUTORE: Anto Brescia PAGINE : 266 ill. ED. : bresciacity ANNO : 2017 PREZZO : 15,00 EURO + SPESE DI SPEDIZIONE (4euro Italia) o ritiro in loco PAGAMENTO : PostaPay – CONTRASSEGNO STATO DEL LIBRO : NUOVO Descrizione: Il Libro racconta ben 467 curiosità nascoste nella città di Brescia. Curiosità […]

Leggi altri articoli di libri in vendita
Libri su BS
  • Libro: Brixia, scoperte e riscoperte

    Autore: Morandini Francesca, Stella Clara, De Vecchi Pierluigi Editore:  Skira 2003 Al Museo di Santa Giulia a Brescia, dal primo marzo 2003, si valicerà una porta e si entrerà in due case romane splendidamente affrescate e arricchite da meravigliosi mosaici. Dopo quasi duemila anni, le “Domus dell’Ortaglia” torneranno a vivere ospitando non più i ricchi […]

Leggi altri articoli di Libri
FOCUS
  • Brescia com’era: Via V.Fenarolo – Personaggi bresciani

    A Brescia in centro città esiste una via chiamata Ventura Fenarolo. E’ una via che si trova nell’antico centro ed è prospiciente la Chiesa di S.Maria del Carmine. L’antico nome era “Vicolo del Vituperio”, nome derivante dal fatto che era luogo di esercizio della prostituzione. Ventura Fenaroli o Fenarolo era un condottiero di ventura nato […]

Leggi altri articoli di Personaggi
Argomenti
Accedi