Ugolino, il Cavaliere del Broletto
mandato in esilio dai Guelfi. Ma dove si trova questo affresco del 1200? Click sull'immagine per saperne di più
Le cave di Botticino
Estrazione del Marmo di Botticino dalle cave. Se vuoi conoscere di più clicca sull'immagine
Piazza della Loggia
in una stampa del '700
Crystal Palace
Click sulla foto per leggere qualche curiosità...
Il Capitolium Romano
Il tempio con annessa la Piazza del Foro, il Teatro e la Basilica....
Mosaico di una Villa Romana
MilleMiglia
la corsa nata a Brescia ora in versione storica. Tutti gli anni nel mese di Maggio
MILLEMIGLIA
Brixia
Il vero viaggio di scoperta non consiste nello scoprire nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi (Marcel Proust)
Motori della MilleMIglia
Un pezzo dell'Acquedotto Romano
che per 25 chilometri portava acqua a Brixia. Ancora visibile in alcuni tratti.
Bresciaunderground
La città esterna vista dal cuore di Brescia. Da un'aperura del sottosuolo in Via S.Faustino
Il Maglio tuonante nelle valli...
Il Castello-Fortezza sulla cima del Cidneo
Il Castello, fortezza e macchina da guerra
Vista dal Monte Maddalena
Brescia: città di antichi Monasteri
e dei bellissimi chiostri ancora sconosciuti
Torre del Popolo (Pegol) e Duomo Nuovo
Brescia nei francobolli
Vista, dall'alto del Castello, della città
Brescia Museo Mille MIglia
Piazza della Loggia
Particolare della Croce di Desiderio
Polittico di Maestro Paroto
Palazzo Ferrante - Interno
Orologio di Piazza Loggia
Chiesa di S.Francesco

Dante Alighieri e Brescia Medievale

Che si sappia non esistono documenti o altre prove che attestino la presenza di Dante Alighieri a Brescia. Errante per la penisola  fece tappa a Verona, a Ravenna, Forlì, forse sul Lago di Garda.

Ormai da un po’ di tempo si parla dei Cavalieri del Broletto, della lunga fila (un centinaio) di antichi cavalieri bresciani “fotografati” sui muri del Palazzo che riportano alla luce le dispute, non solo verbali, tra Guelfi e Ghibellini. L’affresco bresciano, esempio di “pittura infamante”,  ci racconta di un esilio, ci narra che questi uomini, ghibellini, furono cacciati da Brescia per le loro colpe dovute a tradimenti e ad illecite appropriazioni di denaro. Quest’ultima condanna si può dedurre da quella banderuola nera, che poi sarebbe una borsa, portata da tutti ed appesa al collo. Ora, se di borsa si tratta, qualche decennio dopo ritroviamo la scena, descritta in lingua e non con i pennelli, da Dante Alighieri: Canto XVII versetto 54 dell’Inferno:

“Poi che nel viso a certi li occhi porsi,
ne’ quali ’l doloroso foco casca,
non ne conobbi alcun; ma io m’accorsi

 

che dal collo a ciascun pendea una tasca
ch’avea certo colore e certo segno,
e quindi par che ’l loro occhio si pasca.  “

Qui sono descritti coloro che nella loro vita amarono il denaro sopra ogni cosa, facendone usura e danneggiando altri per averne sempre di più. Ora tali personaggi danteschi sono descritti con una borsa appesa al collo che, evidentemente, faceva riconoscere a tutti, la loro colpa. Era uso, nel medioevo, raffigurare gli usurai egli avari con la borsa al collo. Esempi ce ne sono nella colleggiata di Ennez, nella Cappella degli Scrovegni a Padova, a Conques Sainte Foy.

Qui un altro articolo su Dante e Brescia

Libri su BS, usati d’occasione!
  • Curiosando Brescia City

    TITOLO : Curiosando Brescia City AUTORE: Anto Brescia PAGINE : 266 ill. ED. : bresciacity ANNO : 2017 PREZZO : 20,00 EURO + SPESE DI SPEDIZIONE (4euro Italia) o ritiro in loco PAGAMENTO : PostaPay – CONTRASSEGNO STATO DEL LIBRO : NUOVO Descrizione: Il Libro racconta ben 467 curiosità nascoste nella città di Brescia. Curiosità […]

Leggi altri articoli di libri in vendita
Libri su BS
  • Colori di legno – Libro

    Autore: Paola Bonfadini Titolo: Colori di legno. Soffitti con tavolette dipinte a Brescia e nel territorio (secoli XV-XVI) Collana: SkyLine Pagg. 160 Magici draghi minacciosi, misteriose ed eleganti dame, audaci guerrieri, austeri filosofi ed imperatori antichi, santi e teologi, fedeli servitori, buffi animali, fiori delicati e fantasiosi: sulle colorate tavolette ornamentali dei soffitti nei palazzi […]

Leggi altri articoli di Libri
FOCUS
  • Paganino e Alessandro de Paganinis de Cegulis: il primo Corano

    Paganino e Alessandro de Paganinis, padre e figlio, originari di Cigole in provincia di Brescia, iniziarono l’attività di tipografi in quel di Toscolano dove ancor oggi esiste ed è viva una tradizione di produzione cartaria tra le più importanti d’Italia. Agli inizi del XVI secolo Brescia sottostava al governo della Serenissima, capitale di attività produttive, […]

Leggi altri articoli di Personaggi
Argomenti
Accedi