Curt dei Pulì

Curt dei Pulì

Curt dei Pulì

Passeggiando per Corso Mameli (inizia dalla Torre della Pallata e prosegue fino al limite di Via Musei), ci troviamo in un quartiere antico e popolare dove poter scoprire tantissime curiosità. Tra queste la “Curt dei Pulì”, un delizioso angolo della vecchia brescia, nascosto e un po’ fuorimano, che nessuna cartina o mappa di Brescia indica, perciò da scoprire.

E’ una vecchia coorte (una specie di cortile) dove abitava nel medioevo una ricca famiglia di Mercanti, i Polini.

Il Cortile o meglio la Corte è molto bello ma è tenuto un po’ distrattamente. Le due fontane, anche se si nota il restauro, sono sbrecciate, la pavimentazione è anch’essa rovinata, ci sono troppe auto (la zona è abitata), e il cortile è ridotto a parcheggio. Anche le abitazioni che fanno da contorno sono troppo disordinate…

Altre curiosità in vicino C.so Mameli? clicca qui.

La storia della Curt dei Pulì

E’ pronta la brochure che riporta foto e notizie dettagliate sulla Curt dei Pulì. Potrai scaricarla gratuitamente registrandoti al sito.

Alcune note in merito allo psettacolo teatrale, La Curt dei Pulì, del mio amico Mario Coco:

La “Curt dei Puli” prende il nome, non dai polli o dai tacchini, come qualcuno potrebbe pensare, ma dal cognome di una famiglia, i Polini, che abitavano a Brescia nel Cinquecento. I Polini erano conciatori e avevano bottega di cuoio e cordame. La bottega era sita nella Contrada delle mercanzie (oggi via Mameli), in una zona dove le concerie avevano dato il nome all’attuale via S.Faustino allora rua Confettura (dei confettori, cioè conciatori). Il buon commercio dei pellettieri Pollini permise loro l’acquisto di tutto l’isolato fra vicolo Rossovera e corso Mameli. Quelle case erano state residenza della famiglia Maggi, fra le più potenti tra quelle feudali del Medioevo bresciano.

La “Curt dei Pulì” era posta tra due corsi d’acqua, il Bova-Celato a est e una roggia a ovest, ancora annotata fra le mappe dell’ottocento, presenza confermata anche dalle due fontane all’interno della corte. La “Curt dei Pulì” è un angolo nascosto e silenzioso, nel vecchio cuore di Brescia, al riparo dalla frenesia della città, cantato e rappresentato da poeti e pittori, patrimonio della cultura bresciana.

“Curt dei Pulì”, divenuto da tempo patrimonio importante della cultura bresciana, ci fa gustare i sapori della via emanando un fascino genuino che va al di là della sua rappresentazione teatrale. L’uomo semplice della quotidianità, si trasforma magicamente in protagonista delle storie di sempre. “L’om” così grande quando è bimbo e così piccolo quando è grande.

Nel nostro allestimento abbiamo imparato e riscoperto la brescianità (alcuni di noi sono alle prime esperienze di teatro dialettale), privilegiando soprattutto le coloriture ed i toni tipici della gente bresciana e della sua incisività espressiva, aiutati da quel “senso piacevole della tradizione” di cui il testo è ricco.

“Quant chè i nas j-è tocc bu”, accompagna tra le righe, tutto lo spettacolo e noi speriamo di aggiungere immodestamente alla fine “quant chè l fenès, en po’ vè dispias”.

Mario Coco

Libri su BS, usati d’occasione!
  • Curiosando Brescia City

    TITOLO : Curiosando Brescia City AUTORE: Anto Brescia PAGINE : 266 ill. ED. : bresciacity ANNO : 2017 PREZZO : 15,00 EURO + SPESE DI SPEDIZIONE (4euro Italia) o ritiro in loco PAGAMENTO : PostaPay – CONTRASSEGNO STATO DEL LIBRO : NUOVO Descrizione: Il Libro racconta ben 467 curiosità nascoste nella città di Brescia. Curiosità […]

Leggi altri articoli di libri in vendita
Libri su BS
  • Lettere inedite di Ugo Foscolo a Marzia Martinengo – Libro

    Autore : Ugo Foscolo (Arturo Marpicati) Editore: Le Monnier FI 1939 Pagg. 386 Il Poeta Ugo Foscolo scrisse queste lettere in una felice stagione della sua travagliata vita… Mi sono prefisso quindi di’illustrare sopratutto la vita culturale di Brescia in quegli anni così decisivi per la formazione della coscienza italiana, e passarne in rassegna i […]

Leggi altri articoli di Libri
FOCUS
  • Lana Francesco: Un genio dell’Aerostatica

      Di Francesco LanaTerzi tutti ricorderanno che a Brescia una scuola ha questo nome, ma scommetto, che pochissimi ne conoscono la ragione. Il Lana nacque a Brescia nel 1631 (13 Dicembre) da una nobile famiglia proveniente dalla Franciacorta. Giovanissimo (16 anni) Francesco decide di entrare nella Compagnia di Gesù (Gesuiti), che ancora oggi annoverano tra […]

Leggi altri articoli di Personaggi
Argomenti
Accedi